Edicolac64 - il commodore 64 in Italia


Vai ai contenuti

Conversione metodo audio

Collabora

Guida per dumpare le cassette del commodore 64 (in formato file) secondo metodo

(pagina aggiornata il 06/06/2011)

Prefazione :

Questa sezione vi spiegherà come generare le immagini tap delle cassette per il commodore 64.
Prima di iniziare però vanno fatte un paio di precisazioni.
Innanzi tutto per il C64 esistono vari formati di file per cassetta:
.TAP, .T64, .PRG ,.P00, etc.
Questa sezione copre solo la generazione di file .tap per C64 , dato che il .tap e' l'unico formato fedele alle cassette originali.
Inoltre sappiate che la generazione di un file .TAP funzionante e' un processo lungo ma non faticoso.
Iniziate se potete subito il processo della conversione delle cassette perché il nastro magnetico si deteriora nel tempo (specialmente se le tenete in cantina dove c’è molta umidità.) In caso che non volete proprio cimentarvi nel processo potete inviarle a noi (andate sul forum per comunicarlo o inviate un’e-mail a edicolac64@gmail.com e saremo felici di farlo)

Detto questo, cominciamo subito col dire che esistono due sistemi per ottenere i .tap.

Prima di effettuare il dump e inviarlo, verificare che non sia presente sul sito tramite questo link :
http://www.edicolac64.com/public/listacassettepresenti.php

Requisiti

- Un comune registratore
- Un programma di acquisizione audio
- Un programma di conversione (tape 64, wav-prg ecc..).
Il registratore deve essere ,se possibile , mono e non stereo in quanto i nastri del C64 sono stati creati in mono.
Il programma di acquisizione può essere uno qualsiasi (si consiglia: adobe audition, goldwave , Coll edit pro) solo, per carità,
non usate il registratore di suoni di windows!.
Come programma di conversione (da file wav a tap) vi consigliamo di usare :
1: Tape64 che finora, e' quello che si e' dimostrato più' affidabile e versatile.
2: Wav-prg le versione consigliate sono la 2.1, 2.2 o 2.3 con i plug in per le cassette italiane

Generazione dei tap con il Tape64 e con un normale registratore

Diamo per scontato che abbiate collegato correttamente il registratore alla scheda audio e che abbiate un programma decente di acquisizione audio, in grado di mostrare la forma d'onda del segnale acquisito e in grado di effettuare zoom su quest'ultima.
Il processo di generazione del .TAP(preferito) o .PRG si compone di tre fasi:
1 - Acquisizione
2 - Conversione
3 - Ottimizzazione e Testing

1- ACQUISIZIONE :

Nella prima fase dovrete acquisire in un file wave la cassetta. Alcuni consigli per cominciare :
- Durante l'operazione di acquisizione e' opportuno disabilitare screensaver , la modalità di risparmio energia e lo spegnimento automatico del pc.
- Cercare di usare un registratore di buona qualità.
- Pulire spesso la testina del registratore (la testina in queste operazioni si sporca grazie alla polvere presente sul nastro) con un cotton fioc imbevuto con un poco di alcool (non lasciare la testina bagnata, asciugare con coton fioc nuovo).
- Usare un cavo mono (molto raramente può essere utile anche un cavo stereo per scegliere il canale migliore). - disabilitare l’ingresso del microfono, del cd, ecc. lasciando solo il "line in".
- se riscontrate molti problemi potete registrare anche un gioco per volta seguite la guida e capirete come farlo.
- solo se siete dei "professionisti" potete cimentarsi in regolazioni per l' Anzimut con un cacciavite piccolo (si può regolare la testina per rendere il segnale più' nitido).
Iniziamo :
Questa e' la fase più' difficile di tutte, bisogna regolare l'audio in modo che l'onda audio generata non venga tagliata, e non deve essere neanche troppo basso (si preferisce un volume di molto vicino al taglio d'onda audio).
Per prima cosa selezionate la modalità' di default d'acquisizione a 44100Hz (44.1kHz), 8 bit, mono.
Per le cassette con volume basso potete effettuare la registrazione a 44100hz 16bit mono.
Per le cassette rovinate dovete effettuare molte prove potete scegliere 44100hz 16bit mono o 48000hz 16bit stereo e scegliere il canale migliore che e' stato generato.
Ora bisogna regolare accuratamente il volume del registratore che state usando (nella norma cambia da cassetta a cassetta).
Per regolare il volume di acquisizione seguite queste indicazioni.
Poi cominciate ad acquisire la cassetta tenendo attivo l'audio in maniera da “sentire” quello che il computer sta acquisendo.
Bisogna abilitare l'opzione detta "monitor" (che fa vedere a video le onde del segnale audio) controllare che il segnale risulti nella media.
E’ necessario impostare la visualizzazione del segnale che si sta acquisendo e controllare che il segnale non oltrepassi le barre del programma per non saturare il buffer.
A volte e' necessario anche convertire un gioco alla volta quindi vediamo come imparare alcuni rumori e identificarli.
E' importante identificare questi rumori in quanto ciascun rumore corrisponde ad un tipo di segnale diverso e ciascun segnale puo' avere un volume differente dagli altri, per cui dovete controllare che nessuno di essi provochi la saturazione.
In quasi tutte le cassette prodotte dal 1986 in poi , i rumori sono sempre piu' o meno simili.
Cominciate cercando di acquisire cassette della SIPE (Special Program, Special Playgames , Top playgames, Wargames, Magnifici 7) oppure della pubblirome (Supergame 2000, Game 2000, Super C64eC128, quelle col manuale formato cassetta).
Quando acquisite una di questa cassette sentirete più' o meno questo:
Ecco una “leggenda” dei suoni :
fiiii = fischio molto acuto
crrrr= gracchiare
feeeee= rumore a trombetta
cfrcrf = rumore molto molto incasinato e fortemente variabile
(e se vi viene da ridere leggendo queste definizioni, inviatecene di migliori, tanto il nostro indirizzo di posta elettronica lo sapete)
questo e' quello che sentite:
fiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii-crrrrrrrrr-fi-crrrrrrrrrrrrr-fiiiiiiiiiiiiiiiiii-crrrrrrrrrrrr-fi-crrrrrrrrrrrrr-feeeeeeeeeeee-crfcrfcrfcrfcrfcrfcrfrcrfcrfcrfcrr
In altre parole sentirete:
1) Un fischio molto acuto e molto lungo (qualche secondo)
2) Una fase di gracchiare di qualche secondo, interrotta al centro da un fischio cortissimo, quasi impercettibile
3) Un nuovo fischio acuto di qualche secondo
4) Una fase di gracchiare, di nuovo interrotta a metà' da un fischio cortissimo
5) Un rumore”trombetta” di 1 secondo o frazione di secondo
6) Un rumore estremamente confuso e molto variabile
Se continuate ad ascoltare, terminata la fase 6 si ricomincia con la fase 1 (Che corrisponde al programma successivo)
Le fasi 1-2-3-4 corrispondono al ”loader” , mentre le fasi 5-6 alla zona registrata in turbo del programma. Per regolare correttamente il volume della cassetta cominciate ad acquisire la cassetta arrivando a scaricare almeno un paio di secondi della fase
6.Una volta acquisito questo spezzone di nastro ,il programma di acquisizione vi mostrerà una visione completa della forma d'onda.
Portate il file wave al livello massimo di ingrandimento possibile facendo ripetuti zoom, fino a che il programma ve lo consente. A questo punto dovete identificare i quattro tipi di rumori del file wave.
Il fischio iniziale “fiiiiiii” corrisponde ad una sinusoide “perfetta” cioè con le anse tutte della stessa dimensione.
Il “crrrrrr” corrisponde invece ad una sinusoide simile a quella precedente, ma con le anse “irregolari” cioè' di dimensioni vistosamente variabili: alcune più strette e altre più' larghe.
Il “peeeee” corrisponde ad una sinusoide che e' più stretta di quella del “fiiiiiiiii”, con la dimensione delle anse che segue un ciclo regolare del tipo pgpgpgpgpgpgpgg-pgpgpgpgpgpgpgpgg-pgpgp.....
cioè' c'e' una sequenza piccolo-grande che si ripete sette volte di seguito seguita da un'ansa grande. Il “crfcrfcrf” corrisponde ad una sinusoide simile a quella precedente, ma con la dimensione delle anse continuamente variabile e casuale.
Voi dovete controllare che in tutte e 6 le zone che sono state identificate il segnale audio non arrivi mai a saturare il sistema di acquisizione,cioè la sinusoide non deve arrivare mai ai bordi dello schermo, ma che al tempo stesso il segnale sia forte, cioè' non sia troppo distante dai bordi dello schermo. Notate che questa fase le prime volte e' abbastanza noiosa , ma una volta acquisita un po' di esperienza diventa la più' semplice, anche perchè di solito le cassette della stessa "serie" usano piu' o meno sempre gli stessi valori di volume e quindi una volta regolata bene una cassetta si puo' andare a colpo sicuro sulle altre.

2 - Conversione
Terminata l'acquisizione del file wave inizia il processo di conversione del file .TAP(preferito) o del .PRG.
Per questa fase del file .TAP dovete usare un programma come il Tape64.
Per usare il Tape64 dovete avere un minimo di familiarità' con MS-DOS.
Copiate il file wave e il Tape64 in una directory e aprite una shell (prompt) del DOS, quindi portatevi nella directory contenente il file wave.
Ora tentate di convertire il tape con la seguente linea:
tape64 -i:nomefile.wav -or -r -t:10
Non preoccupatevi delle eventuali segnalazioni "programs with load error(s)" , o altre segnalazioni del genere: e' perfettamente normale.
A questo punto il programma dovrebbe avervi generato un file .tap.
Createvi subito una copia di sicurezza di questo programma e usate un emulatore di C64, preferibilmente il VICE 1.5 o 1.14, per testare il file .TAP appena ottenuto.
Se siete particolarmente fortunati tutti i giochi funzioneranno al 100%, ma nel 90% dei casi otterrete uno o piu' giochi che non funzionano.
Se non tutti i giochi funzionano al 100% provate a dare lo stesso comando di prima, ma cambiando il valore del parametro t, ad esempio:
ape64 -i:nomefile.wav -or -r -t:5
e vedete cosa esce fuori.
Le prime volte dovrete provare la procedura anche con 6-7 valori differenti prima di avere una cassetta completamente funzionante, ma col tempo acquisirete la pratica necessaria a ridurre il numero di tentativi a 3-4 per cassetta (2 per quelle migliori).
Tuttavia, dovete sapere che raramente riuscirete a cavarvela con meno di due tentativi.
E' questo il motivo per cui il dump delle cassette per C64 con il tape64 e' così faticoso.
Tenete presente che i valori di del parametro t che vi permettono di ottenere un nastro funzionante vanno da 1 a 30 e che possono variare sensibilmente da un nastro all'altro.
Se notate che il tape64 non vi fornisce immagini funzionanti per nessun valore del parametro t allora , può darsi che abbiate una scheda sonora che non inverte il segnale (alcune soundblaster molto vecchie lo fanno) , in tal caso dovete eliminare il parametro -r provare la seguente riga:
tape64 -i:nomefile.wav -or -t:10
In alcuni casi scoprirete che e' impossibile ottenere una cassetta integra in un unico file, perché ,ad esempio, alcuni giochi funzionano solo quando il parametro t e' 4 , mentre altri funzionano solo quando e' 5.
In questo caso e' possibile costruire una cassetta funzionante a partire dalle due cassette semifunzionanti.
Potete scaricarvi un programma generato dal sito TSM (presente nella sezione utilità del sito edicolac64.com) che si chiama stap che permette di separare ogni singolo gioco dal file .tap generato.
Se volete potete tentare di rimetterle insieme consecutivamente tutti, potete usare un'altra utilità' creata sempre dal sito TSM ma vi sconsigliamo di farlo perche ' a volte alcuni giochi non partono (presente nella sezione utilità del sito edicolac64.com)
Per convertire in formato .prg con le versioni 2.1 e 2.2. e 2.3 bisogna aver registrato le cassette a 44100hz 8bit mono e scegliere dal menu 1 da menu c64 to pc 2 il plug-in adatto (chiocciola, magnigici 7,poke ecc.)e quindi convertire dando ok.

3 -Ottimizzazione e test del dump della cassetta :

Parte 1 : Ottimizzazione e pulizia del dump

A questo punto è bene effettuare il procedimento di pulizia/ottimizzazione del file generato della conversione in formato TAP.

Per farlo potete usare il programma Tapclean vi ricordo il link per scaricarlo

- Tap clean originale link http://sourceforge.net/projects/tapclean
- Tap clean modificato e migliorato di IAN COOG (che riconosce la maggiorparte di loader quindi di cassette italiane da edicola)
http://iancoog.altervista.org/tapclean.htm

Esiste anche un fronted (programma che permette di usare il programma senza linea di comando, ma possiede una sua grafica) per windows
scaricabile qui http://luitapclean.htmgidifraia.com/c64/index.htm#TCFE

Procedura da linea di comando DOS (oppure finestra dos del sistema operativo windows qualsiasi) :

Scaricato il programma Tapclean, decomprimiamolo e mettiamolo nel seguente percorso C:\tapclean, quindi eseguiamo i seguenti comandi :

C:\

cd tapclean

tapclean -o nomefile.tap (nomefile è il nome del file che avete creato).

L'opzione -o consente l'ottimizzazione del file, esistono altre opzioni per saperlo digitare tapclean -h

Finita l'ottimizzazione del file verra' creato un file chiamato cleaned nomefile.tap

Parte 2 Test del dump

Per testare il dump si consiglia di caricare ogni gioco con l'emulatore desiderato (ad esempio winvice, ccs x) e testare il gioco per almeno 1 minuto
Vi prego di farlo per non ricevere un dump non funzionante e corretto


(Ultimo aggiornamento del 11/01/2011)




minibanner no ads